MARTINA DELLA VALLE | FRAMED MEMORIES Through The Looking Glass | Group show CHRISTTO & ANDREW | MUDDY WATERS ANTOLOGIA | group show Michele Buda | Accademia ARTE FIERA 2018 / PHOTO POLIS / Artworks | Spazio Carbonesi From my point of view | Group show ARTIFACT PRIZE 2018 Sanna Kannisto | A song system Annabel Elgar | The Dust in my Pocket MARTINA DELLA VALLE | WORKSHOP: ONE FLOWER ONE LEAF ART VERONA 2018 CHRISTTO & ANDREW | ENCRYPTED PURGATORY Martina della Valle | UNEXPECTED NEIGHBORS PARIS PHOTO 2018 | TAISUKE KOYAMA ARTEFIERA 2019 TILO&TONI | In ​​the Woods the Waterfall is Rushing PHOTO LONDON 2019 | KENTA COBAYASHI & TILO&TONI Proiezione | Ohio #13 FOTOGRAFIA EUROPEA TAISUKE KOYAMA | SOLO SHOW METRONOM | NESSUN DORMA UNSEEN 2019 ANTROPOTECNICHE | Group show METRONOM VIDEO WALL The Garden PARIS PHOTO 2019 | OLAF BREUNING DON'T MAKE THEM TELL YOU WHERE THEY COME FROM KENTA COBAYASHI | Portraits ARTE FIERA 2020 Martina della Valle in RESISTANCE & SENSIBILITY: Women Photographers From Italy Nature in Play PARIS PHOTO NEW YORK 2020 YOUR OWN WALL | Urban Landscape DIGITAL VIDEO WALL | EDEN | RUBY GLOOM DIGITAL VIDEO WALL | EDEN | JOSEPH DESLER COSTA ANCIENT IS ALIVE PHOTO VOGUE FESTIVAL 2020 Generazione Critica #6 Fasten Your Seatbelt DIGITAL VIDEO WALL | EDEN | ALICE PALAMENGHI DIGITAL VIDEO WALL | EDEN | EVA PAPAMARGARITI Digital Deviations | Helen Anna Flanagan
Facebook Twitter

TAISUKE KOYAMA | SOLO SHOW



 

Ha inaugurato venerdì 31 maggio 2019, alle ore 19.00, la mostra personale di Taisuke Koyama, Waves and Particles, allestita negli spazi di Metronom fino al 27 luglio 2019.

 

La mostra espone una selezione di opere, raccolte in un allestimento site-specific, dalle serie Pico e Light Field, frutto della ricerca di Koyama sul comportamento della luce e del colore tra fenomeni naturali e ambienti digitali. Le due parole che compongono il titolo, "waves" (onde) e "particles" (particelle), indicano l'essenziale e doppia proprietà della luce e, insieme, ne esprimono perfettamente l'essenza e la natura chimica.

 

A partire da modelli di arcobaleni artificiali, intitolati Rainbow Form, realizzati dall'artista catturando i primi piani di alcuni manifesti pubblicitari multicolore, Koyama ha avviato la propria indagine sui supporti fotografici digitalizzati creando altre cinque varianti di quelle stesse matrici. Light Field, raccoglie immagini derivate dal processo di utilizzo e registrazione della luce da parte di uno scanner, interpretando così il processo fotografico e artistico per forzarne i limiti tecnici oltre decisamente a quelli concettuali.  Le opere di Pico rappresentano gli ultimi esiti del lavoro di Koyama, dove il tentativo di isolamento del colore viene ottenuto prima catturando i pixel monocromatici, per poi ingrandirli di 1500 volte, dando forma alla infinita possibilità di generazione della particella originaria dell'immagine. La serie recente Photons è realizzata a partire da alcune scatti ai raggi solari, appositamente fuori fuoco, dove poi ogni elemento del modello RGB (red, green, blue) viene riadattato per creare nuove variazioni di colori e forme. 

 

Koyama, non limitandosi a una presentazione tradizionale dell'immagine, progetta delle strutture che sostengono e rendono visibile uno sviluppo a 'roll' della stampa fotografica, che occupa l'ambiente e obbliga a inconsuete modalità di lettura.

 

Immagine: Taisuke Koyama, Untitled (Pico 013), 2015

 

Taisuke Koyama | Waves and Particles
Mostra personale 
Metronom, Via Carteria 10 / 41121 Modena
Inaugurazione: venerdì 31 maggio 2019, ore 19.00
Date: 31 maggio -  27 luglio 2019
Orari: martedì-sabato 14-19 e su appuntamento 
Ingresso libero

Info tel. +39 059 239501 / info@metronom.it / www.metronom.it