MARTINA DELLA VALLE | FRAMED MEMORIES Through The Looking Glass | Group show CHRISTTO & ANDREW | MUDDY WATERS ANTOLOGIA | group show Michele Buda | Accademia ARTE FIERA 2018 / PHOTO POLIS / Artworks | Spazio Carbonesi From my point of view | Group show ARTIFACT PRIZE 2018 Sanna Kannisto | A song system Annabel Elgar | The Dust in my Pocket MARTINA DELLA VALLE | WORKSHOP: ONE FLOWER ONE LEAF ART VERONA 2018 CHRISTTO & ANDREW | ENCRYPTED PURGATORY Martina della Valle | UNEXPECTED NEIGHBORS PARIS PHOTO 2018 | TAISUKE KOYAMA ARTEFIERA 2019 TILO&TONI | In ​​the Woods the Waterfall is Rushing PHOTO LONDON 2019 | KENTA COBAYASHI & TILO&TONI Proiezione | Ohio #13 FOTOGRAFIA EUROPEA TAISUKE KOYAMA | SOLO SHOW METRONOM | NESSUN DORMA UNSEEN 2019 ANTROPOTECNICHE | Group show METRONOM VIDEO WALL The Garden PARIS PHOTO 2019 | OLAF BREUNING DON'T MAKE THEM TELL YOU WHERE THEY COME FROM KENTA COBAYASHI | Portraits ARTE FIERA 2020 Martina della Valle in RESISTANCE & SENSIBILITY: Women Photographers From Italy Nature in Play PARIS PHOTO NEW YORK 2020 YOUR OWN WALL | Urban Landscape DIGITAL VIDEO WALL | EDEN | RUBY GLOOM DIGITAL VIDEO WALL | EDEN | JOSEPH DESLER COSTA ANCIENT IS ALIVE PHOTO VOGUE FESTIVAL 2020 Generazione Critica #6 Fasten Your Seatbelt DIGITAL VIDEO WALL | EDEN | ALICE PALAMENGHI DIGITAL VIDEO WALL | EDEN | EVA PAPAMARGARITI Digital Deviations | Helen Anna Flanagan
Facebook Twitter

The Garden



Con The Garden Metronom riunisce i lavori di diversi artisti internazionali presso The Koppel Project, Londra. The Garden vuole creare un'atmosfera di incontro e di scambio, un momento per conoscere più da vicino il progetto Metronom.

 

Come nella dimensione del giardino, luogo in cui convivono diverse specie, i lavori degli artisti creano dei legami spontanei per la comunanza di alcuni tratti delle loro ricerche. Qui il dialogo tra la dimensione umana e la natura, l'identità e i diversi organismi vegetali, l'ambiente urbano e quello vegetale trova diverse forme di espressione. Nel lavoro di Christto & Andrew la natura viene mostrata nella sua versione, o forse distorsione, futura in cui agli elementi vegetali vengono affiancate le tracce della società umana. Elena Aya Bundurakis fa immergere lo spettatore nei microrganismi rappresentando sostanze di difficile identificazione ma che sono in grado di mostrarci la parte più nascosta degli esseri viventi, la loro composizione più inaspettata ma anche più intima. Martina della Valle crea architetture vegetali per riflettere sulle aree marginali della vegetazione urbana: l'artista propone un nuovo punto di vista per guardare alla natura cittadina nella scoperta di nuove specie che molto spesso passano inosservate. Mark Dorf esplora le interazioni tra la società, il dominio digitale e la natura: concentrandosi sul paesaggio, inteso come luogo abitabile e familiare, Dorf ne analizza la traduzione numerica data dagli osservatori digitali che ne propongono nuove visioni ancora da scoprire. Nell'opera di Sanna Kannisto si può riscontrare un'indagine naturalistica di specie animali e vegetali. Come una ricercatrice ci mostra una visualizzazione scientifica e allo stesso tempo allestisce palcoscenico teatrale i cui protagonisti sono uccelli e piante del paesaggio finlandese, suo paese d'origine. La natura è la protagonista anche del lavoro di Tilo&Toni, mostrando tutta la sua potenza e vitalità: recuperando canoni tipici del romanticismo tedesco nella serie fotografica di Tilo&Toni il rapporto tra uomo e natura è riletto in chiave contemporanea. 

 

The Garden | Metronom Pop-up

3 Ottobre 2019, dalle 12 alle 23

4 Ottobre 2019, dalle 12 alle 20

48 Poland Street London W1F7ND

Presso The Koppel Project




scarica comunicatocv
scarica biografieComunicato Stampa