LISA KERESZI - FANTASIES MARCO SIGNORINI - ((RA)) MICHELE BUDA - 9909 ACCADEMIA MARTINA DELLA VALLE - TIME DUST FOTOmetraggi ANNABEL ELGAR - INTERLUDIO MARCO SIGNORINI - EARTHHEART SANNA KANNISTO - CLOSE OBSERVER LISA KERESZI - JOE'S JUNKYARD MICHELE BUDA - TRICKS AND FALLS wunderCAMERA MELISSA MOORE | ALBERTA PELLACANI - REVERIE WUNDERCAMERA/libri RUTH VAN BEEK - ACCIDENTS FROM THE GREENHOUSE TAISUKE KOYAMA - RAINBOW VARIATIONS AND OTHER WORKS ESTHER MATHIS - ERA FLUIDO THE COOL COUPLE - TWIST IN THE TAIL Filippo Luini, Valentina Sommariva - REMAIN IN LIGHT IN BETWEEN LIVESTUDIO #1 GENERAZIONE CRITICA #3 ALBERTO SINIGAGLIA - BIG SKY HUNTING ALBERTO SINIGAGLIA - APPROACHING UNKNOWN LANDSCAPES UNSEEN PHOTO FAIR MARTINA DELLA VALLE FRAMED MEMORIES Es geht einfach um Nummern MARCO SIGNORINI | ANAGRAM Through The Looking Glass | Martina, Annabel, Baerbel LIVEstudio#2_Display | Tiziano Doria e Rachele Maistrello Mapping the Studio | Rassegna annuale Tim Cullmann | Metronom_fuorimappa + THC Presentazione Generazione Critica #3 | Centrale Fotografia, Fano Presentazione 'Generazione Critica #3' | Dry Photo, Prato Generazione Critica #4 Unseen Photo Fair | Amsterdam MUDDY WATERS | CHRISTTO & ANDREW LIVEstudio #3 | Residenza Agenda Independent | Arte Fiera 2017 Modena INSTAmatic LIVEstudio#3_display YIA Art Fair / Bruxelles
Facebook Twitter

MARCO SIGNORINI - ((RA))



METRONOM prosegue la sua attività espositiva con il progetto ((Ra)) di MARCO SIGNORINI. Le 15 fotografie in mostra sono state scattate all'isola di Fanø, dell'arcipelago delle isole Frisone in Danimarca, nel 2008.

 

La fotografia di Signorini non è ritratto e non è fotografia sociale, è una fotografia di ricerca di un luogo. Con ((Ra))  prosegue un percorso, iniziato con Echo, di indagine spaziale e temporale, affidandolo a immagini di luoghi bellissimi, dove la natura è protagonista e detta i tempi e i ritmi, scanditi dalla luce e dalla vastità.

I paesaggi di Marco Signorini sono paesaggi narrativi indeterminati, luoghi che possono appartenere indifferentemente al passato o al presente, che esprimono una personalissima interpretazione del tempo fotografico. Un tempo fotografico usato come recupero del passato, di ciò che già esiste, ma con una tensione verso il futuro, verso ciò che potrà essere, una costante tensione tra il tempo dell'universo e quello della vita umana. ((Ra)) è il nome del dio sole egizio, un dio creatosi da solo che ha nel sole il suo corpo, o solamente il suo occhio, simbolo astronomico di Ra è un cerchio con un punto al centro. Ed è proprio la circolarità l'elemento conduttore di questo nuovo progetto fotografico, in cui Signorini costruisce uno sviluppo che ruota attorno alla figura della donna (la madre) e i bambini (i figli), in cui la narrazione si costruisce come una sorta di ripetizione, che amplifica minimi movimenti dilatandoli nel tempo.

Signorini affronta il tema del paesaggio contemporaneo dando voce alla grandezza e alla forza della natura, una natura ridotta ad una icona, quasi ad una idealizzata forma meravigliosa. I toni fiabeschi e romantici sono spezzati dalla presenza delle auto: le luci minacciose dei fari, le tracce dei pneumatici sulla sabbia riallacciano il dialogo con la contemporaneità, riportando le scene al presente, in un contrappunto di nuovo circolare che lascia spazio ad una vena nostalgica di naturalità perduta.

Le fotografie della serie ((Ra)) costituiscono per Signorini anche una dichiarazione d'intenti sull'uso del mezzo fotografico, rivendicandone una precisa autonomia  - che è quella idealmente della street photography - l'imprecisione e l'indeterminatezza che caratterizzano queste immagini si contrappongono alla messa in scena e alla ricostruzione formale e digitale. Il registrare un momento, un gesto, per evocarne le potenzialità immaginative, dona alle fotografie un effetto pittorico che nasce dal "guardare" e dal "sentire" più che dalla ri/produzione.

 

 




scarica biografiecv
www.marcosignorini.itwww.marcosignorini.it